1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
  1. Biblioteca Civica
  2. ArchivioStorico
  3. Città di Chieri
 

Contenuto della pagina

Il pentolino di Antonino: come la diversità può diventare ricchezza

 

Descrizione

 

Il pentolino di Antonino. Rivolto alle classi III della Scuola Primaria il progetto prende spunto dal testo di Isabelle Carrier, Il pentolino di Antonino, per condurre i bambini a far riflettere sulle "diversità" di cui ciascuno è portatore, esplorando quindi non solo il mondo della disabilità fisica o mentale, ma anche quello della differenza che caratterizza ciascuno di noi facendone un individuo diverso da tutti gli altri e proprio per questo "unico".
Agli incontri parteciperanno alcune persone diversamente abili che accompagneranno i bambini a conoscere Antonino e il suo pentolino, immagine dei limiti e delle difficoltà che ogni bambino porta con sé.
Antonino a un certo punto incontrerà una persona straordinaria che gli darà la possibilità di guardare al pentolino con occhi diversi, di scoprire i suoi talenti e imparare che le diversità di ognuno possono essere una ricchezza.

Il progetto è il frutto di una stretta collaborazione da parte della Biblioteca Civica di Chieri  e Punto Rete Il Vicolo, un Centro Diurno del C.S.S.A.C. - Consorzio dei Servizi Socio Assistenziali del Chierese - frequentato da persone diversamente abili ultradiciottenni. Le educatrici del Punto Rete progettano e propongono laboratori interattivi con l'obiettivo di coinvolgere le nuove generazioni in un'esperienza che, attraverso la lettura e il gioco, stimoli la riflessione sul tema dell'inclusione delle diversità.

 
 

In concreto

 

Nel primo incontro ci sarà l'accoglienza della classe e la presentazione dei partecipanti. E' programmata la lettura del libro di Isabelle Carrier, Il pentolino di Antonino, Kite. Attraverso l'esperienza del gioco si cercherà di accompagnare i bambini nel viaggio di scoperta della diversità come ricchezza. I bambini, divisi in gruppi, pescheranno da un grande pentolone alcuni biglietti che indicheranno delle difficoltà. Ogni squadra cercherà di superarle anche grazie all'aiuto di alcuni ospiti del Centro Diurno.
Al termine dell'incontro verrà consegnato ad ogni classe il volume letto in laboratorio e una bibliografia contenente titoli adatti ai bambini e volumi di approfondimento per gli insegnanti.
Agli insegnanti è richiesto di continuare in classe l'attività svolta in laboratorio con letture ed attività didattiche proposte dalle operatrici che condurranno l'incontro.

 

Nel secondo incontro è prevista l'usuale accoglienza della classe e ripresa dell'argomento con commenti sull'incontro precedente e sull'attività svolta in classe.
Le difficoltà dei bambini segnalate nell'attività di classe saranno di aiuto nel portare la "difficoltà-pentolino". Ci sarà una grande saccoccia nella quale verranno raccolte le difficoltà dei bambini; essa verrà chiusa da tutti i bambini insieme ad indicare la possibilità di vivere meno faticosamente le difficoltà attraverso la condivisione con gli altri.
L'incontro procederà con la lettura di brani tratti dal volume di C. Felline, Animali di Versi,Uovonero e si concluderà con la visione di volumi della collana "A spasso con le dita" della Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi, insieme ai volumi inseriti nella bibliografia.
Verrà consegnato all'insegnante il libro di M. Lawrence, Il giovane Dracula, Sinnos, (collanaLeggimi!), da utilizzare per la lettura in classe.

Per informazioni e contatti

DIRIGENTE 
Dott.ssa Lilia Marchetto

RESPONSABILE
Dott.ssa Silvia Basso

REFERENTE DI PROGETTO
Dott.ssa Domenica Tamagnone - Società Cooperativa Culture

Indirizzo via Vittorio Emanuele II, 1
 
Orario Biblioteca Ragazzi
dal lunedì al venerdì 
9.00 - 12.30 / 14.30 - 19.00
sabato ore 9.00 - 12.30
 
Telefono +
39 011.9428.400/411
Fax +39 011.9428.367

E-mail dtamagnone@comune.chieri.to.it

 
SBAM