1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Regolamentazione delle Unioni Civili tra persone dello stesso sesso

Contenuto della pagina

Cosa sapere

La Legge 20 maggio 2016 n. 76 recante la Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze, ha introdotto nel nostro ordinamento l’istituto dell’unione civile tra persone dello stesso sesso.
 

Al fine di adeguare alla nuova legge le disposizioni dell’ordinamento dello Stato Civile in materia di iscrizioni, trascrizioni e annotazioni, nonché per coordinare ed adeguare le norme del diritto interno e quelle del diritto internazionale è stata prevista una delega al Governo per l’emanazione di uno o più decreti legislativi.
Nelle more di adozione di questi Decreti, il 29 luglio 2016 luglio è entrata in vigore la disciplina transitoria per la redazione degli atti di stato civile inerente le unioni civili.

Per consultare il testo della Legge e dei decreti attuativi si rimanda al sito del Governo

Requisiti

  • essere maggiorenni   
  • essere liberi da precedenti vincoli matrimoniali o di unione civile 
  • non essere interdetti per infermità di mente
  • non avere vincoli di parentela, affinità e adozione 
  • non essere stati condannati per omicidio consumato o tentato nei confronti di chi sia stato coniugato o unito civilmente con uno di loro        
  • per i cittadini stranieri, presentare dichiarazione dell’autorità competente del proprio Paese dalla quale risulti che, secondo le leggi cui sono sottoposti, nulla osta all'unione civile

Modalità di costituzione dell'Unione Civile

La procedura si compone di due momenti distinti:

  • il primo costituito dalla richiesta congiunta di voler costituire un’unione civile avanti l’ufficiale di Stato Civile 
  • il secondo rappresentato dalla dichiarazione personale e congiunta, alla presenza di due testimoni e avanti l’Ufficiale di Stato Civile, di costituzione dell’unione civile ai sensi della Legge n.76/2016
 

Per rendere la richiesta congiunta è necessario fissare un appuntamento con l'Ufficiale di Stato Civile, compilando l'apposito modello, anche a firma di uno solo dei richiedenti.
Decorsi 15 giorni per le opportune verifiche da parte dell’Ufficio, si potrà procedere con la costituzione dell'unione.

Cosa presentare

  • compilare il modello di domanda avvio procedura 
  • documento di identità dei richiedenti se la domanda perviene per posta o per e-mail o del richiedente che non si presenti allo sportello se sottoscritta da uno solo dei due
 
 
 

Dove presentare la documentazione

  • direttamente allo Sportello Unico al Cittadino – via Palazzo di Città 10 - nell’orario di apertura
  • via posta all’indirizzo sopra indicato
  • vial mail all'indirizzo di posta protocollo@comune.chieri.to.it
  • via mail all’indirizzo di posta elettronica certificata protocollo.chieri@pcert.it