1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina
freisa chieri

Il Freisa di Chieri

Con l'espressione italiana e latina di Carrate e somate fresearum il Freisa compare ufficialmente per la prima volta nella tariffa doganale del 1517 del Comune di Pancalieri. Indicata come una delle uve più pregiate il Freisa diventa il prodotto identitario della Collina Torinese e, in particolare, di Chieri, tanto da ottenere il 20 settembre del 1973 la Denominazione di Origine Controllata Freisa di Chieri.

Un vino di carattere prodotto esclusivamente nel territorio dei comuni di Chieri, Pecetto Torinese, Pino Torinese, Pavarolo, Baldissero Torinese, Montaldo Torinese, Mombello Torinese, Andezeno, Arignano, Moriondo Torinese, Marentino e Riva presso Chieri.

Il vino Freisa deve essere ottenuto da uve che abbiano una gradazione alcolica complessiva minima naturale di 11,5 gradi, si coniuga nelle tipologie secco, superiore, frizzante, dolce e spumante rivelando un’ampia versatilità nell’abbinamento con piatti e prodotti tipici.

Il convincente rosso rubino e l'ambiziosa sinfonia di note di lampone, rosa e viola, e la cura e la dedizione con cui viene prodotto lo rendono un vino blasonato ottenendo nell'ampia realta vitivinivola del Piemonte molti attestati di apprezzamento.

 

Informazioni

consorzio tutela freisa

Per avere maggiori informazioni sul vino Freisa di Chieri ed avere un contatto diretto con le aziende produttrici, è possibile contattare il Consorzio di Tutela e valorizzazione delle D.O.C. Freisa di Chieri e Collina Torinese che, dal 2002, sostiene e coordina le aziende associate oltre a promuovere il patrimonio vitivinivolo che rappresenta.

Sito web: www.freisadichieri.com
tel. 011.9425745 - 011.9470233
email: info@freisadichieri.com