1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Chiesa di San Guglielmo


Eretta nel secolo XV, fu affidata nel sec. XVI alla Confraternita dello Spirito Santo, che tuttora ne ha la proprietà.
L'edifico fu ingrandito e dotato di un portico poi chiuso, ed alla fine del Settecento si provvide a erigere il campanile barocco (su disegno di Giovanni Battista Feroggio). L'interno a tre navate è ornato di stucchi del secolo XVIII, ed anche la monumentale macchina d'altar intagliata da Francesco Riva risale a quel periodo.
La cappella a sinistra dell'altare, di patronato dei nobili Broglia, ha un Crocifisso ligneo issato su uno sfondo architettonico molto fantasioso. La tela della cappella destra inquadra una tela di Francesco Fea raffigurante l'Adorazione dei Magi. Sulla destra si ammira, dentro una teca contenuta in una nicchia, lo scheletro di San Teodoro Martire.
La Confraternita un tempo aveva il compito statutario di convertire al cattolicesimo gli ebrei di Chieri.