1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Gli SPRAR

 

SPRAR - Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati

ll Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) è costituito dalla rete degli Enti Locali che, per la realizzazione di progetti di accoglienza integrata, accedono, nei limiti delle risorse disponibili, al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo. A livello territoriale gli Enti locali, con il prezioso supporto delle realtà del terzo settore, garantiscono interventi di “accoglienza integrata” che superano la sola distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico. 

 

Il percorso delle persone

Le persone accolte negli SPRAR fanno domanda di asilo, quindi il modo corretto di riferirsi loro è “richiedenti asilo”; entro alcuni mesi vengono chiamati a presentarsi a una Commissione presso la Questura che può riconoscere (o non riconoscere) lo status di rifugiato per motivi di:

  • protezione internazionale
  • protezione sussidiaria
  • protezione umanitaria
 

Se la richiesta non viene accolta dalla Commissione, il richiedente asilo ha diritto a ricorrere contro il giudizio, una sola volta.
Se il ricorso non è accolto il richiedente asilo non può più rimanere nel nostro Paese.