1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

MINI IMU

Contenuto della pagina
 

Il contribuente deve provvedere entro il 24 gennaio 2014 al versamento della MINI IMU nelle sole categorie sottoindicate, con un importo pari al 40% della differenza di imposta calcolata tra l'aliquota deliberata dal Comune nel 2013 e quella di base dello Stato.

 

Riferimento Normativo

 

L'articolo 1 comma 5 del Decreto Legge 30 novembre 2013 n. 133 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 281 del 30.11.2013

 

La Mini Imu 2013 deve essere versata per le sole seguenti categorie

 

terreni agricolinonche'  quelli  non  coltivati,  di  cui all'articolo  13,  comma  5,  del  decreto-legge  n.  201  del  2011, solo se posseduti e condotti dai coltivatori  diretti  e  dagli  imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola

 

Informazione utile

 

SI RICORDA che l'importo della Mini IMU 2013 corrisponde al 40% della differenza tra imposta calcolata con aliquote base e imposta calcolata con le aliquote deliberate dal Comune nel 2013 per ciascuna tipologia di immobili.

  • L'ALIQUOTA 2013 deliberata dal Comune di Chieri è 0,90%                                                  
  • L'ALIQUOTA BASE è 0,76%

Il versamento della Mini Imu  entro il 24/1/2014 deve essere calcolata sulla differenza tra l'imposta dovuta nel 2013 pari al 0,90% (aliquota deliberata dal Comune di Chieri) e quella di base pari a 0,76%.

ALIQUOTA MINI IMU ANNO 2013 = 0,14%

IL VERSAMENTO della MINI IMU 2013 è pari al 40% dell'imposta annuale relativa al 2013 con aliquota del 0,14%

 
 

Modalita' di versamento

 

Al contribuente non verrà inviato nessun bollettino o modello F24.

Dovrà provvedere direttamente al pagamento utilizzando il modello F24 da compilare con le seguenti indicazioni: 

  • codice comune C627
  • codice tributo 3914
  • casella rateazione 0101
  • casella n. immobili va compilata
  • anno di riferimento 2013
  • barrare la casella del saldo

La Mini Imu 2013 NON deve essere versata per tutte le altre categorie quali ad esempio

 

l'abitazione principale e relative pertinenze e abitazioni assimilate dal regolamento, per la Gestione dell'Imposta Municipale Propria, aree fabbricabili, fabbricati diversi dall' abitazione principale