1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Miglioramento qualità dell'aria

 
 
Limitazioni strutturali alla circolazione.
 
Limitazioni emergenziali alla circolazione.
 
Strade con blocchi e strade percorribili.
 
Scopri a quale categoria Euro appartiene il tuo veicolo.
 
L'invito alla cittadinanza.
 
Approfondimenti.

Limitazioni strutturali alla circolazione

A partire dal 1° ottobre entrano in vigore i nuovi blocchi strutturali del traffico.
Le grandi novità, rispetto al 2018, sono l'estensione del blocco anche a tutti i veicoli diesel Euro 1 e l'allargamento della zona territoriale soggetta a limitazioni (mappe e perimetri consultabili nel paragrafo "Strade con blocchi e strade percorriibli"

DAL 1° OTTOBRE AL 31 MARZO

Giorni
Tipo veicolo
Categoria Euro
Orario divieto di circolazione
7 giorni su 7, compresi i festivi
ciclomotori e motocicli
Tutti gli Euro 0
h 24
7 giorni su 7, compresi i festivi
trasporto persone e merci
Tutti gli Euro 0 e Diesel Euro 1
h 24
dal lunedì al venerdì, solo feriali
trasporto persone e merci
Diesel Euro 2 e Euro 3
dalle 8 alle 19

Limitazioni emergenziali alla circolazione

 

Alle limitazioni strutturali stabili si aggiungono, nel periodo 1° ottobre 2019 - 31 marzo 2020, ulteriori misure emergenziali, in funzione dei diversi livelli di allerta (ARANCIONE - ROSSO - VIOLA),sulla base della verifica effettuata nelle giornate di controllo settimanali: lunedì e giovedì.

Puoi controllare il bollettino sul sito Città Metropolitana e il livello di qualità dell'aria e il livello di allerta per il comune di Chieri e del bacino padano sui siti:

 

Allerta di colore arancione

Scatta dopo 4 giorni consecutivi di superamento delle emissioni

TIPO VEICOLO
CATEGORIA EURO
GIORNI ED ORARI
Trasporto Persone
Diesel Euro 2 - 3 - 4 
Tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 8 alle 19
Trasporto merci
Diesel Euro 4
Tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 8.30 alle 14 e dalle 16 alle 19

Le limitazioni strutturali vengono estese a tutti giorni, compresi i festivi.

In aggiunta, i veicoli trasporto persone Euro 4 Diesel sempre ore 8-19 e i veicoli trasporto merci Euro 4 Diesel in orario 8.30-14/16-19 

 

Allerta di colore rosso

Scatta dopo 10 giorni consecutivi di superamento delle emissioni

TIPO VEICOLO
CATEGORIA EURO
GIORNI ED ORARI
Trasporto persone
Euro 1 Benzina ed Euro 5 Diesel immatricolati prima del 1° gennaio 2013
Tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 8 alle 19
Trasporto merci
Euro 1 Benzina ed Euro 5 Diesel immatricolati prima del 1° gennaio 2013
Tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 8.30 alle 14 e dalle 16 alle 19


In aggiunta, i veicoli trasporto persone Euro 4 Diesel sempre ore 8-19 e i veicoli trasporto merci Euro 4 Diesel in orario 8.30-14/16-19
Alle limitazioni dell'allerta arancione, si aggiungono i veicoli Euro 1 Benzina e i veicoli Euro 5 Diesel immatricolati prima del 1° gennaio 2013: per trasporto persone, in orario 8-19, per trasporto merci la limitazione è dalle 8.30 alle 14 e dalle 16 alle 19.

 

Allerta di colore viola

Scatta dopo 20 giorni consecutivi di superamento delle emissioni

TIPO VEICOLO
CATEGORIA EURO
GIORNI ED ORARI
Trasporto persone
Benzina euro 1 e Diesel euro 2-3-4-5
Tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 7 alle 20
Trasporto merci
Benzina euro 1 e Diesel euro 2-3-4-5
Tutti i giorni, compreso i festivi, dalle dalle 7 alle 20

Alle limitazioni dell'allerta rossa, si aggiunge l'estensione oraria per tutti i benzina Euro 1 e Diesel Euro 2-3-4-5 dalle 7 alle 20.

Strade con blocchi e strade percorribli

 
 
 
 

Scopri a quale categoria Euro appartiene il tuo veicolo

Se hai dubbi a quale categoria Euro appartiene il tuo veicolo collegati al seguente link:
IL PORTALE DELL'AUTOMOBILISTA

 

L'invito alla cittadinanza

Tutta la popolazione ad usare il meno possibile l’automobile per la mobilità urbana e a privilegiare l’uso del mezzo pubblico e di altri mezzi di trasporto a basso impatto ambientale. 
A gestire gli impianti di riscaldamento degli edifici adibiti a civile abitazione in modo che la temperatura degli ambienti non superi i 20 °C, così come previsto dalla normativa vigente (D.P.R. 412/93 e D.P.R. 551/99) e a gestire gli impianti di riscaldamento degli altri edifici in modo da limitare al minimo indispensabile gli orari di accensione e la temperatura degli ambienti.


Approfondimenti