1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

RISORSE E ORGANIZZAZIONE

obiettivo strategico

11.4 RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI


 

Politiche finanziarie

Riduzione del debito comunale residuo per utilizzare nuove risorse correnti sugli investimenti e, per quanto riguarda le entrate, attivare strumenti più innovativi per il reperimento di risorse a bilancio (crowdfundig, finanziamenti europei, sponsorizzazione, art bonus).


I risultati

2020
2020
 

La situazione di emergenza sanitaria che di fatto ha bloccato il Paese da inizio marzo ha messo in grande difficoltà anche i Comuni, che si sono trovati di fatto, con minori risorse, a dover offrire supportare ai cittadini, che vedono nell'Ente locale – secondo il principio della sussidiarietà verticale – quello più vicino a loro, quello a cui per primi si rivolgono in caso di necessità.
Ciò ha evidentemente un impatto significativo sulla possibilità operativa corrente e sulla capacità di investimento futura.

Una descrizione più approfondita della situazione nel Comune di Chieri e delle prospettive future, anche in termini di risorse finanziarie, è disponibile nella sezione dedicata al Covid-19

A questa situazione di difficoltà si aggiunge la sentenza n. 210/2020 del Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte, con la quale condanna il Comune di Chieri a corrispondere ad alcuni cittadini ricorrenti il risarcimento danni non patrimoniali subiti a seguito dell’annullamento della Delibera di Consiglio n. 51 del 09 aprile 2014 con la quale si approvava il progetto definitivo della Variante parziale n. 29 al P.R.G.C vigente e relativi atti presupposti impugnati, per un importo complessivo di euro 7.136,48.

Il Collegio dei Revisori dei Conti ha espresso parere favorevole al riconoscimento del debito fuori bilancio per euro 7.136,48 ma ha rilevato che la sentenza implica possibili criticità sugli equilibri di bilancio dell’Ente in quanto:

  • a fronte dell’annullamento della Delibera di Consiglio n. 51 del 09 aprile 2014, con la quale si approvava il progetto definitivo della Variante parziale n. 29 al P.R.G.C. che ha permesso l’allocazione di volumetrie in disponibilità dell’Amministrazione Comunale che sono state alienate ai privati, ora è possibile che i privati richiedano la restituzione di quanto versato oltre interessi legali, non potendo usufruire della volumetria prevista
  • ancor più preoccupante per gli equilibri di bilancio dell’Ente è la potenziale richiesta di danni e risarcimenti da parte dei privati che hanno edificato in vigenza della Variante ora annullata, per l’eventuale demolizione delle opere realizzate, o che hanno venduto o promesso in vendita le superfici fabbricabili, danni e risarcimenti che allo stato attuale non sono quantificabili.
 

Il Collegio ha chiesto all’Ente, in sede di salvaguardia degli equilibri di bilancio, di vincolare la quota residua dell’avanzo di amministrazione ancora disponibile, pari ad Euro 2.220.139,54, in attesa della conclusione del contenzioso e comunque fino alla quantificazione puntuale delle eventuali somme da rimborsare a fronte della citata sentenza (deliberazione di Consiglio comunale n. 56 del 29/7/2020).

2019
2019
 

Si è proceduto all'estinzione anticipata di 5 mutui stipulati con la Cassa Depositi e Prestiti a far data dal 31/12/2019 e si è aderito alla rinegoziazione mutui della Cassa Depositi e Prestiti, garantendo un risparmio netto per l’ente in conto interessi senza variare la scadenza dei mutui.


Politiche tributarie e tariffarie

 

Rendere quanto più possibile costanti le risorse finanziarie di tipo tributario, semplificare l'imposizione sugli immobili (unificazione IMU e TASI) e monitorare la gestione della Tassa Rifiuti (TARI) per tendere alla riduzione del carico impositivo ai cittadini.

Operare la gestione sistematica delle tariffe dei servizi comunali con attenzione particolare alle tariffe di interesse delle famiglie.

Effettuare la revisione straordinaria delle posizioni dei contribuenti, finalizzata al recupero delle posizioni sconosciute rispetto ai pagamenti delle imposte comunali.


I risultati

2020
2020
 

Con lo scoppio dell'emergenza sanitaria, il Comune ha rimandato le scadenze dei tributi, dall’Imu fino alla Cosap, mentre le imposte pubblicitarie e l'occupazione di suolo pubblico sono calate negli  incassi.

Il forte rallentamento ai permessi per costruire e le attività economiche pressoché ferme hanno comportato la riduzione delle entrate extra-tributarie.

Una descrizione più approfondita della situazione nel Comune di Chieri e delle prospettive future, anche in termini di politiche tributarie e tariffarie, è disponibile nella sezione dedicata al Covid-19.

2019
2019
 

E' proseguita la bonifica delle banche dati IMU, TASI e TARI, volta in particolare al perfezionamento della previsione di gettito, necessaria per una corretta politica tributaria.

E' proseguita altresì la bonifica delle anagrafiche dei soggetti coinvolti in variazioni immobiliari e/o di atti tributari.
E' proseguita l’assistenza o al contribuente per far fronte ai diversi adempimenti tributari, in particolare con l'invio a domicilio dei modelli precompilati/personalizzati e l’attivazione del Servizio di Calcolo dell’importo dovuto con consegna del modello di pagamento sia direttamente allo sportello che via e-mail.

Al fine di semplificare l'imposizione sugli immobili, sulla base della normativa vigente, nel mese di dicembre sono state azzerate - ad esclusione per i “beni merce”, per i fabbricati rurali ad uso strumentale e per le unità abitative possedute da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero - le aliquote TASI che sono confluite nelle nuove aliquote deliberate per la nuova IMU.
I contribuenti, pertanto, ad esclusione delle tre casistiche prima citate, dal 2020 pagheranno un solo tributo sugli immobili.

E' proseguita l'attività di verifica della regolarità tributaria dei contribuenti sia ai fini IMU e TASI che ai fini TARI.
Per quest'ultimo tributo in particolare è proseguita l'attività di verifica della regolarità tributaria degli operatori commerciali e di pubblico esercizio in attività alla data dell'1/1/19, come da registro fornito dallo Sportello Unico Attività Produttive, con emissione dei relativi provvedimenti di accertamento.

Per la TASI, è proseguita la popolazione della banca dati degli “occupanti” gli immobili, con l'ausilio della banca dati TARI e delle locazioni e, ove necessario, si è provveduto all'emissione dei relativi avvisi di accertamento.


Patrimonio immobiliare

Ottimizzare l'utilizzo dei beni immobili comunali, con particolare attenzione alle spese di gestione, salvaguardando le manutenzioni alle strutture.

Individuare gli strumenti più opportuni per la valorizzazione del patrimonio comunale e valutare l’alienazione degli immobili non più funzionali alle esigenze dell’Ente.


I risultati

2020
2020
 

Lo scoppio dell'emergenza sanitaria, costituisce un ulteriore fattore di incertezza sulle possibilità di alienazione dei due principali immobili da valorizzare, Palazzo Diverio ed ex Asl di Piazza Mazzini, le cui procedure pubbliche di vendita non sono andate a buon fine in passato.
Tali difficoltà si aggiungono alla stasi del mercato immobiliare e all’ordine di spesa per il recupero funzionale degli stabili.

2019
 

Al fine di valorizzare il patrimonio comunale non più funzionale alle esigenze dell'ente si è proceduto con le procedure per l’alienazione degli immobili inseriti nel piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari 2019-2021: per l'edificio di piazza Mazzini nel mese di agosto è stato pubblicato un nuovo bando per la vendita dell'immobile, che è andato deserto.

Per quanto riguarda la promozione e il recupero dei luoghi di cultura quali: cappella San Filippo, Imbiancheria del Vajro e Museo del Tessile è stata approvata la nuova Convenzione con la Fondazione del Tessile fino al 31.12.2023.

Al fine di individuare gli strumenti più opportuni per la valorizzazione del patrimonio comunale, è iniziato l'approfondimento dello studio di nuovi istituti quali per esempio: la concessione in valorizzazione.