1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

DISABILITÀ

obiettivo strategico

4.2 DISABILITÀ: FAVORIRE LO SVILUPPO DI UN PERCORSO DI VITA SERENO


 

Progettualità e Punti Rete

Sviluppare percorsi e laboratori che favoriscano lo sviluppo di un percorso di vita sereno per le persone diversamente disabili, al fine di garantire momenti di socialità, cultura, svago, divertimento, attraverso il progetto dei Punti Rete gestiti dal Consorzio Socio Assistenziale del Chierese.


I risultati

E' proseguito l'impegno nelle politiche di integrazione sociale delle persone con disabilità nei diversi settori della vita della comunità cittadina, mediante lo sviluppo di progettualità e convenzioni con il terzo settore nella scuola, nello sport, nelle attività culturali e del tempo libero. 

Il Comune ha garantito la messa a disposizione dei locali per il proseguimento del progetto Punti Rete gestito dal Consorzio Socio Assistenziale del Chierese, che consente lo svolgimento di servizi, laboratori, attività.

In particolare, per favorire percorsi di effettiva integrazione, il Comune negli anni ha destinato al progetto Punti Rete degli spazi comunali aperti a tutti i cittadini e in particolare: la Biblioteca nell’ex Cotonificio Tabasso e l’area Caselli.

Il progetto Punti Rete prevede inoltre l’azione di un gruppo formato da persone con disabilità che, opportunamente seguite da educatori del Consorzio partecipano alla programmazione e realizzazione di attività coordinate con la Biblioteca e con le diverse realtà associative presenti nell’Area Caselli. 

2019
2019
 

Con deliberazione di Giunta comunale n.148 del 26/6/2019 sono state approvate le linee di indirizzo per la prosecuzione della concessione in uso gratuito di tali immobili fino al 31/12/2021.


Cultura dell’inclusione

Attivare percorsi mirati a rafforzare la cultura dell’inclusione nei diversi periodi di vita, attraverso progettualità nelle scuole.


I risultati

È stato attivato un processo di raccordo tra gli Enti, le istituzioni e le associazioni del territorio al fine di individuare i bisogni dei ragazzi e delle loro famiglie e coordinare risposte efficaci e in rete. Nelle scuole  sono stati proposti percorsi e progetti orientati a rafforzare la cultura dell'inclusione, ma sono stati promossi anche luoghi di aggregazione come il Centro giovanile.

Quest’ultimo, ad esempio, ospita un Punto Rete, dove un gruppo di persone con disabilità partecipa alla programmazione e realizzazione di attività coordinate con le diverse realtà associative presenti nella struttura. 

2020
2020
 

Il Comune ha inoltre ottenuto un finanziamento pari a € 10.000da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino per il progetto “Vivo Meglio 2020”, che ha l'obiettivo di preservare la dignità della persona, tutelare la sua uguaglianza e rispettare il diritto a condurre una vita più autonoma possibile contrastando lo stereotipo della disabilità come mera fonte di bisogno, sostenendo con contributi fino a 30.000 euro ciascuno, progetti di welfare capaci di migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità in Piemonte e Valle d’Aosta (deliberazione di Giunta comunale n. 19 del 19/02/2020).
Il progetto si svilupperà a partire da marzo 2021.

E' stata approvata la convenzione con l'Associazione di volontari e delle famiglie con figli portatori di handicap “Vivere”, per la prosecuzione del progetto “Arcobaleno”,  la cui finalità è la promozione di attività inerenti l’occupazione del tempo libero che permettano di rispondere alle aspettative di integrazione dei disabili, per un importo di € 7.500,00 (deliberazione di Giunta Comunale n. 18 del 19/02/2020 e determinazione n. 116 del 5/3/2020).


Consulta Disabili

Dare concreta attuazione alla Consulta disabili, quale organismo di attenzione alla disabilità, promotore di proposte o di supporto per pareri esperti su progetti proposti dal Comune.


I risultati

2020
2020
 

La consulta ha svolto il suo ruolo di strumento di confronto, valutazione e impulso di azioni e programmi, in particolare su una serie di tematiche come le barriere architettoniche, i parcheggi per disabili.

Un semplice gradino può rappresentare un ostacolo insormontabile per una persona che si trovi in una condizione di disabilità e costretto a muoversi in sedia a rotelle.

Per questo il gruppo di lavoro che da anni si occupa di disabilità nel territorio, che di recente ha visto una “formalizzazione” nella neonata Consulta Disabili, ha studiato e proposto formule e interventi di eliminazione delle barriere architettoniche per il miglioramento della fruibilità degli spazi pubblici.

In particolare, tali proposte sono state presentate ed esaminate nell'ambito degli incontri del tavolo di partenariato per il Centro Commerciale Naturale di Chieri già dalla fine del 2018.

In tale occasione è stata sottolineata la necessità di abbattere queste barriere partendo dal centro storico, dove i vincoli architettonici sono più stringenti, con uno sguardo particolarmente attento alle attività commerciali che trattano servizi o beni di prima necessità e che presentano un dislivello sulla soglia d’ingresso. 

2019
2019
 

Con deliberazione di Consiglio comunale n. 17 del 28/3/2019 è stata istituita la Consulta per le politiche a favore delle persone con disabilità, che si propone come uno strumento partecipativo di confronto, valutazione e impulso di azioni e programmi, anche sperimentali, per la realizzazione di iniziative volte alla rimozione di tutte quelle barriere architettoniche, culturali, comunicative e di altra natura che limitano o impediscono l’esercizio dei diritti delle persone con disabilità.

Con l'istituzione della Consulta è stato approvato anche il Regolamento che ne definisce obiettivi, funzioni, attività, composizione, nonchè modalità di adesione.


Eliminazione barriere architettoniche

Realizzare le opere previste nel programma triennale dei lavori pubblici per l’eliminazione di barriere architettoniche sul territorio. 

Garantire il superamento delle piccole barriere architettoniche con l’acquisto di pedane per favorire l’accesso a tutti gli esercizi o luoghi pubblici del centro storico.


I risultati

2019
2019
 

Il Comune, con Determinazione n. 819 del 19/12/2019, ha acquistato 5 rampe pieghevoli e removibili da assegnare, in forma sperimentale, alle attività commerciali del Comune che ne facciamo richiesta.