1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

DISABILITÀ

4.3 SUPPORTARE LE ASSOCIAZIONI E INVESTIRE NEI PROGETTI SUL “DOPO DI NOI”


 

Rete istituzionale di supporto

Favorire la rete tra i diversi attori istituzionali (Consorzio, Comune, Asl), Associazioni e gruppi informali (gruppi genitori, familiari, etc) per creare supporto concreto e psicologico.


I risultati

2020 2019
2020 2019
 

Il Comune si è impegnato costantemente nelle azioni di potenziamento della rete dei diversi attori istituzionali e del terzo settore che nel territorio si occupano di politiche per la disabilità e che rappresentano una solida struttura di sostegno a supporto del Comune e del Consorzio Socio Assistenziale per i Servizi del Chierese nella progettazione, nel confronto, nell'attuazione e nell'analisi degli interventi, anche grazie ad un confronto continuo che avviene attraverso diversi tavoli di lavoro.


Progetti per il Dopo di Noi: “casa ponte” e riconversione ex struttura Veterinari

Proseguire il sostegno al progetto “casa ponte”, con una prima progettualità intermedia e transitoria che preveda l’impiego di un’unità abitativa presso la Casa di via Albussano, per giungere ad una progettualità consolidata con la riconversione dell’ex struttura Veterinari presso la Cittadella del Volontariato.


I risultati

2020
 

Il progetto Casa Ponte nasce a partire dal 2018 a seguito di un'indagine sui bisogni della popolazione con disabilità giovane o giovane adulta, da cui è emersa l’esigenza di avviare percorsi abitativi con differenziati gradi di autonomia, per il futuro di persone che hanno sperimentato da anni l’inclusione in contesti al di fuori dalla famiglia: nella scuola, nel mondo del lavoro o nella società in senso generale.

Il Comune di Chieri ha accolto con interesse la proposta di un gruppo di famiglie del territorio, di realizzare una Casa Ponte: il progetto prevede la ristrutturazione di un immobile da adibire alla sperimentazione di percorsi di autonomia abitativa per persone giovani o giovani adulti con disabilità intellettiva.

Il concetto di “ponte” consente di procedere con gradualità in un percorso di “separazione” dal nucleo famigliare d'origine per realizzare una possibilità di vita abitativa autonoma, anche in vista del Dopo di Noi, quel momento in cui le persone con disabilità non potranno più contare su un supporto genitoriale o famigliare.

Il progetto prevede il riuso della Casetta ex veterinari alla Cittadella del Volontariato, edificio in disuso da alcuni anni, in un contesto che garantirebbe inclusione e solidarietà per i soggetti fruitori del servizio.

La palazzina, che si sviluppa su due piani, si trova all'interno della Cittadella del Volontariato, complesso ristrutturato che ospita associazioni di volontariato, un ristorante sociale e spazi comuni e si configura come luogo di incontro, scambio sociale e culturale adatto ad ospitare la sperimentazione di questa iniziativa.

L'ipotesi progettuale prevede la realizzazione di due appartamenti: il primo, al piano terra, permetterà una prima sperimentazione in un ambiente protetto, favorendo l'apprendimento della gestione di una casa, dall'organizzazione del singolo pranzo alle pulizie dei locali e personali; il secondo, al primo piano, sarà destinato a chi ha fatto l'esperienza precedente, per sperimentare la vita indipendente per un tempo maggiore.

I fruitori potranno essere persone con disabilità intellettiva, con un massimo di 2/3 persone per volta per alloggio.

2019
 

Con deliberazione della Giunta comunale n. 254 dell'11/12/2019 è stato approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica dei lavori di ristrutturazione dell'ex Palazzina dei Veterinari. 

In attesa della realizzazione dell'intervento, si è valutato utile avviare la sperimentazione delle azioni di accompagnamento all'autonomia, all'interno di uno degli alloggi del co-housing di via della Pace.
L'alloggio è inserito in un contesto di coabitazione solidale, utile per la fase di apprendimento e di sperimentazione dell'autonomia.

Le linee di indirizzo per la realizzazione del progetto di Palestra prima di Casa Ponte sono state approvate con deliberazioni della Giunta comunale 51 del 20/03/2019 e 121 del 24/05/2019.

Grazie ad una Convenzione approvata con Determinazione dirigenziale n. 675 del 14/11/2019 la gestione e l'accompagnamento sono stati affidati al Consorzio dei Servizi Socio-Assistenziali mentre il Comune ha provveduto all'acquisto degli arredi e delle attrezzature (determinazione dirigenziale n. 669 del 7/11/2019).

Opera
Importo
Stato di avanzamento
A1/2019
Patrimonio immobiliare comunale: intervento di ristrutturazione ex palazzina veterinari Cittadella del Volontariato  
€ 380.000,00
Approvato progetto di fattibilità tecnico economica
(deliberazione di Giunta Comunale n.  254 del 11/12/2019)