1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Strade Aperte

Ripensare la città, gli spazi, la mobilità urbana

L’ emergenza sanitaria Covid-19 ha costretto a ripensare la città, gli spazi e la mobilità urbana.

È necessario tradurre i sacrifici imposti dal lockdown come opportunità per ripensare il nostro modo di vivere, di spostarci e di concepire gli spazi cittadini.

Questo vuole essere “Strade Aperte Chieri”, un piano d'azione per ripensare gli spazi urbani e la mobilità attraverso cinque aree di intervento:

 
  • ampliamento degli spazi pedonali per garantire una maggiore sicurezza per i pedoni
  • l’istituzione di Zone 20 per garantire la convivenza tra auto, bici e pedoni
  • la possibilità per tutte le attività commerciali e artigianali di ampliare la propria superficie utilizzando lo spazio pubblico (quindi non solo dehors per bar e ristoranti, ma anche per gli altri commercianti e gli artigiani), perché la strada deve diventare un luogo di incontro
  • interventi nel centro storico per implementare la visibilità dei varchi di accesso alla Zona 30 e la creazione di nuove corsie ciclabili ebike-lane

Avviso ai commercianti

Tutti gli esercizi di somministrazione commerciali e artigianali ubicati nelle vie interessate dal divieto di circolazione veicolare potranno collocare davanti al proprio esercizio tavoli, sedie e altre tipologie di arredo previa comunicazione, utilizzando apposito modulo, che deve essere inviato entro martedì 22 settembre 2020 ore 18 tramite:

 

Si ricorda che oltre all'iniziativa STRADE APERTE si svolgerà la PARATA BAROCCA, entrambi gli eventi rientrano nella Rassegna Settembre Chierese.

 

Le iniziative 2020 in città

L'iniziativa Strade Aperte in città vuole riproporsi nel centro cittadino ogni terza domenica del mese, a partire dal primo appuntamento del 21 giugno, fino a dicembre 2020 .