1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Progetto SaMBA

 

Sustainable Mobility Behaviours in the Alpine Region

La mobilità a basse emissioni di carbonio non è sfruttato nell’area del Programma Spazio Alpino, sia nelle città sia nelle aree rurali, dove le comunità sono ancora dipendenti dalle auto.
Ciò è dovuto principalmente allo squilibrio tra l’offerta di trasporto e la domanda di mobilità e ai comportamenti di mobilità delle persone. 

Il progetto SaMBA si pone quindi l’obiettivo di promuovere il cambiamento del comportamento di mobilità dei residenti dello Spazio Alpino (AS) riducendo il divario percepito tra modalità di trasporto sostenibili e auto privata attraverso l’adozione di politiche di premialità e pricing eque, personalizzate e correlate ai costi esterni di trasporto.

SaMBA è un progetto di cooperazione territoriale europea nell’ambito del Programma Transnazionale di Cooperazione Territoriale Europea 
“Spazio Alpino 2014-2020” denominato “SaMBA – Sustainable Mobility Behaviours in the Alpine Region”.
Iniziato ad aprile 2018 durerà fino ad aprile 2021; i partner coinvolti sono complessivamente 13 provenienti da Austria, Francia, Germania, Italia e Slovenia. Il budget complessivo è pari a 2.021.192,55 euro, di cui 1.718.013,66 euro sovvenzionati dal fondo FESR (pari al 85% del totale).

 

Gli attori e gli obiettivi del progetto

Il Progetto riunisce 13 partner, tra cui il Comune di Chieri, 41 osservatori e 9 casi pilota al fine di sviluppare, attraverso un approccio partecipativo e di co-creazione con le comunità locali:

  • un metodo di valutazione dell’impatto delle politiche di cambiamento del comportamento della mobilità verso forme di trasporto più sostenibili;
  • strategie e politiche di cambiamento del comportamento di mobilità, ideate sulle peculiarità territoriali e sui diversi bisogni degli abitanti dello Spazio Alpino;
  • un manuale per l’attuazione delle politiche.

SaMBA a Chieri

Il ruolo del Comune di Chieri nel progetto è rivolto ad incentivare come caso pilota,le politiche della mobilità collettiva nei viaggi casa-scuola, al fine di ridurre l'uso delle auto private attraverso la sperimentazione di ricompense individuali/collettive, definite in collaborazione con i cittadini, gestite da un'applicazione mobile (H2020 MUV)

Per il Comune di Chieri gli Osservatori coinvolti sono le Associazioni Muoviti Chieri!, ASCOMChieri e il Liceo Statale Augusto Monti.
Durante l'intero periodo del progetto si terranno dei workshops per i rappresentanti delle Amministrazioni locali ricadenti nel bacino padano e per gli stakeholders: detti incontri costituiranno importanti momenti di scambio a livello nazionale per rafforzare ed incoraggiare le discussioni sul tema dei comportamenti in materia di mobilità da parte dei cittadini.

Partners del progetto

Link utili