1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Canone Unico Patrimoniale

Contenuto della pagina
 

Sportello ICA
Imposte Comunali ed Affini
S.r.l.
 
Indirizzo
Via San Raffaele (di fronte l'ingresso della Polizia Municipale) 

Orario Sportello
lunedì - martedì - mercoledì - giovedì - venerdì
dalle 8.30 alle 12.30
mercoledì dalle 14.30 alle 16.30
sabato dalle 8.30 alle 11.30

Telefono
+39 011.947.39.01

E-mail
ica.chieri@icatributi.it 
PEC 
ica.chieri@pec.icatributi.com

 

A seguito della Legge n.160 del 2019, il 1 gennaio 2021 è entrato in vigore il Canone Unico Patrimoniale, che sostituisce il Cosap, il Cimp e i Diritti Pubbliche Affissioni.

Si ricorda che la scadenza per occupazioni ed esposizioni pubblicitarie annuali è stata prorogata al 31/03/2021.

Il Consiglio Comunale ha approvato il nuovo Regolamento, non ancora esecutivo, di cui si fornisce testo integrale.
La pagina è in fase di aggiornamento 26/03/2021

 
Occupazione di spazi ed aree pubbliche.
Installazione mezzi pubblicitari.
Calcolo del canone.
Presentazione domande.

Che cos'è e quando si applica

Il Canone Unico Patrimoniale è dovuto per:

  • l’occupazione delle aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli enti e degli spazi soprastanti o sottostanti il suolo pubblico
  • la diffusione di messaggi pubblicitari visivi e/o acustici mediante impianti installati su aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune, su beni privati laddove siano visibili da luogo pubblico o aperto al pubblico del territorio comunale, ovvero all’esterno di veicoli adibiti a uso pubblico o a uso privato
 

L’applicazione del Canone per la diffusione di messaggi pubblicitari sullo stesso mezzo e da parte del medesimo soggetto esclude l’applicazione del Canone per l’occupazione di suolo pubblico, fatto salvo il caso in cui l’occupazione del suolo risulti superiore alla superficie del mezzo pubblicitario limitatamente alla parte eccedente. 

Si considerano rilevanti, ai fini dell'imposizione, i messaggi da chiunque diffusi e a qualunque titolo, volti a promuovere la domanda e la diffusione di beni e servizi di qualsiasi natura, finalizzati a migliorare l'immagine del soggetto pubblicizzato oppure atti a indicare il luogo nel quale viene esercitata un'attività.

Rientrano altresì tutte le forme di comunicazione aventi ad oggetto idee, beni o servizi, attuate attraverso specifici supporti al fine di orientare l’interesse del pubblico verso un prodotto, una persona, o una organizzazione pubblica o privata.

OCCUPAZIONE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE IN VIA PERMANENTE O TEMPORANEA

E' obbligatorio presentare apposita domanda per ottenere l’autorizzazione o la concessione, nel rispetto della normativa vigente e del Codice della Strada, anche se l’occupazione non è soggetta al pagamento del Canone, nei seguenti termini: 

  • almeno 30 (trenta) giorni prima della data in cui si intende iniziare l'occupazione per le occupazioni permanenti, per le occupazioni temporanee di durata superiore a 30 (trenta) giorni e per le manomissioni suolo pubblico
  • almeno 15 (quindici) giorni prima della data in cui si intende iniziare l’occupazione per le rimanenti occupazioni temporanee
  • almeno 10 (dieci) giorni prima della data prevista per la prima occupazione, per le occupazioni brevi con voucher
 

L’autorizzazione o la concessione per l'occupazione di suolo pubblico è rilasciata a titolo precario ed è pertanto fatta salva la possibilità per l’Amministrazione Comunale di modificarla, sospenderla o revocarla per sopravvenute variazioni ambientali, commerciali e di viabilità nonché per altri motivi di pubblico interesse. 

Per le occupazioni di aree che non comportano modifiche alla viabilità e che non recano intralcio alla circolazione veicolare e pedonale è possibile adottare una procedura abbreviata che comporta il rilascio di un'autorizzazione di occupazione di suolo pubblico con vouchers giornalieri, da pagarsi anticipatamente.

I vouchers, unitamente all'autorizzazione rilasciata, devono essere presentati al Comune per la validazione, almeno tre giorni lavorativi prima della data prevista di occupazione.

INSTALLAZIONE DI MEZZI E DIFFUSIONE DI MESSAGGI PUBBLICITARI

Non è richiesta autorizzazione nei seguenti casi:

  • le forme pubblicitarie effettuate all’interno di locali aperti al pubblico e non visibili all’esterno
  • l’esposizione di locandine pubblicitarie sulle vetrine di locali aperti al pubblico anche se visibili dall’esterno, nonché gli avvisi di locazione e vendita immobili purché rispettino le modalità e le caratteristiche previste
  • la pubblicità effettuata con autoveicoli
  • la cartellonistica pubblicitaria installata sui ponteggi
  • gli striscioni affissi su steccati, mura di cinta, recinzioni, di proprietà di privati
 

Per l’installazione di mezzi e la diffusione di messaggi pubblicitari che comportano alterazione, anche parziale, allo stato dei luoghi, e comunque per quelli diversi dalle tipologie previste al precedente punto, è obbligatorio presentare apposita domanda al Comune per ottenere l’autorizzazione, nel rispetto della normativa vigente e delle disposizioni previste dal vigente  Piano Generale degli Impianti Pubblicitari. 

l servizio delle pubbliche affissioni è inteso a garantire specificatamente l'affissione in appositi impianti a ciò destinati, di manifesti di qualunque materiale costituiti, contenenti comunicazioni aventi finalità istituzionali, sociali o comunque prive di rilevanza economica, ovvero di messaggi diffusi nell'esercizio di attività economiche.

Per l'effettuazione delle pubbliche affissioni il Canone è dovuto in solido da chi richiede il servizio e da colui nell'interesse del quale il servizio stesso è richiesto. 
Il servizio consiste nell’affissione di fogli la cui misura standard è pari a cm. 70x100 e relativi multipli. Il periodo minimo di esposizione è pari 5 (cinque) giorni.


Sono considerate abusive le occupazioni di suolo e le esposizioni pubblicitarie realizzate senza la prescritta concessione o autorizzazione comunale, difformi dalla quella rilasciata, in contrasto con le norme legislative o regolamentari vigenti o effettuate da persona diversa dal titolare.

In tutti i casi di occupazione o esposizione abusiva viene rilevata la violazione con apposito verbale di constatazione e disposta la rimozione dei materiali e la rimessa in pristino del suolo, dello spazio e dei beni pubblici. Qualora non si provveda nei termini stabiliti, si procede d’ufficio con addebito delle spese a carico del titolare.

Calcolo del Canone

Formula di calcolo del canone: TARIFFA x MQ x GIORNI

Per le iniziative pubblicitarie che abbiano durata superiore a 60 (sessanta) giorni, si applica la tariffa annuale.
Qualora la pubblicità venga effettuata in forma luminosa o illuminata la relativa tariffa di imposta è maggiorata del 100% (cento per cento).

Modalità di presentazione delle domande

Tutte le domande riguardanti il Canone Unico sono disponibili sul sito istituzionale e devono essere presentate in bollo. 
Devono essere consegnate allo Sportello ICA:

  • recandosi di persona (nelle modalità e giorni/orari indicati)
  • tramite indirizzo di posta elettronica valido, obbligatoriamente certificato per le persone giuridiche, al quale far riferimento per le comunicazioni