1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Chiesa della Immacolata Concezione


Chiesa della Immacolata Concezione detta di San Filippo con annesso ex-Convento sede del centro visite Don Bosco.

La chiesa, edificata nel Seicento dal luganese Antonio Bettino, fu completata nel secolo successivo con la facciata di autore ignoto, mossa e barocca, e stucchi e  altari interni, che conferiscono all'aula ecclesiale un aspetto molto sfarzoso.
La tela maggiore è di Daniel Seyter, pittore della corte sabauda. Coretti e organo monumentale arricchiscono la navata. In sacrestia, pregevoli mobili intarsiati ed una grande tela del Santo titolare opera del Caraccioli.
Nella chiesa è conservato il corpo di San Valentino Martire, in artistica teca lignea intagliata.
Nel presbiterio una finestra consente di osservare il sepolcreto inferiore, con la salma di Giovanni Comollo, amico di San Giovanni Bosco.
L'adiacente casa degli Oratoriani di San Filippo Neri (edificata tra Sei e Settecento anche ad opera dell'architetto Pietro Angelo Galletti), già degli Oratoriani, fu sede municipale nel primo Ottocento e poi dal 1821 al 1949 sede del Seminario Maggiore di Torino. Qui per alcuni anni studiò Giovanni Bosco da Castelnuovo d'Asti, animatore della gioventù, fondatore della Congregazione di Sales (Salesiani).
Nel 2011 è stato aperto il Centro Visite Don Bosco, che illustra la vita del Santo e della città in cui visse ed ebbe importanti intuizioni di apostolato sociale, lasciando un fervido ricordo di sé nelle famiglie chieresi.

 
Foto di Matteo Maso