1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Commercio su aree pubbliche

Contenuto della pagina
 

Commercio su aree pubbliche con posto fisso - tipo A

E' la vendita di merci al dettaglio e la somministrazione di alimenti e bevande effettuate sulle aree mercatali del Comune di Chieri nelle giornate del martedì, venerdì, sabato mattina.
Questa forma di commercio viene svolta con mezzi mobili. Per poter vendere al mercato è necessario innanzitutto avere disponibilità di un posteggio. I posteggi sono assegnati in concessione per un periodo di 10 anni.

Il commerciante decade dalla concessione del posteggio quando non viene utilizzato per periodi di tempo complessivamente a quattro mesi (18 assenze) salvo in caso di assenza per malattia, gravidanza, maternità, servizio militare o ferie (in quest'ultimo caso , per un periodo non superiore a 1 mese, pari a 5 assenze).
L'autorizzazione abilita i titolari della stessa anche alla partecipazione alle Fiere che si svolgono sul territorio nazionale.
Inoltre, l'operatore deve dimostrare entro il 28 febbraio di ogni anno la regolarità contributiva e fiscale al fine di non incorrere nella revoca dell'autorizzazione.

Reintestazione o subentri nell'esercizio

Occorre presentare apposita SCIA, nella quale si deve dichiarare: 

  • di essere in possesso dei requisiti morali previsti dall'art. 5, comma 2 e 4 del D.Lgs 114/98;
  • che non sussistano nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all'art. 10 della Legge 31 maggio 1965, n. 575 (antimafia)
 

Per il subentro in un'attività alimentare, occorre essere in possesso dei seguenti requisiti professionali:

  1. aver frequentato con esito positivo un corso professionale abilitante al commercio nel settore merceologico alimentare
  2. aver esercitato in proprio l'attività di vendita dei prodotti alimentari, all'ingrosso o al dettaglio, per almeno due anni nell'ultimo quinquennio
  3. aver prestato la propria opera presso imprese esercenti l'attività di vendita di prodotti alimentari per almeno due anni nell'ultimo quinquennio
  4. essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo professionale, almeno triennale, purchè nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti
  5. essere stato iscritto al REC (o avere presentato istanza di iscrizione)

Modulistica

Commercio su aree pubbliche itinerante - tipo B

E' quello svolto su aree pubbliche o a domicilio del consumatore da coloro che sono in possesso dell'apposita autorizzazione comunale; l'esercizio del commercio itinerante consente di effettuare soste per il tempo necessario a servire la clientela, comunque non superiori ad un'ora nel medesimo punto, con l'obbligo di spostamento di almeno 500 mt.
Il commercio ambulante può essere esercitato nell'ambito dell'intero territorio comunale ad esclusione delle seguenti aree:
- strade in cui sia stato stabilito un divieto per la sosta a norma del Codice della Strada;
- centro storico, aree interne o esterne (nel raggio di 100 mt) dal perimetro delle aree mercatali nei giorni di mercato, fronte chiese e cimiteri, per una distanza minima dai luoghi di culto e cimiteri di 50 mt, davanti alla caserma dei carabinieri, sotto i portici e nei parcheggi adiacenti a supermercati o di altri esercizi commerciali.

L'autorizzazione per l'esercizio del commercio in forma itinerante è rilasciata dal Comune dove l'operatore ha scelto di avviare l'attività e consente l'esercizio del commercio in forma itinerante nell'intero ambito territoriale nazionale, nell'ambito delle fiere nell'intero ambito territoriale nazionale, la vendita a domicilio del consumatore, l'esercizio nelle aree di sosta prolungata e la partecipazione alla spunta in ambito nazionale.
L'operatore deve dimostrare entro il 28 febbraio di ogni anno la regolarità contributiva e fiscale al fine di non incorrere nella revoca dell'autorizzazione.

Come richiedere l'autorizzazione

Per richiedere l'autorizzazione è necessario presentare apposita istanza in marca da bollo, nella quale il richiedente deve dichiarare gli di essere in possesso degli stesso requisiti del tipo A. 
Nel caso di subingresso, come per il posto occorre presentare apposita SCIA.

Modulistica

Informazioni utili

  • La documentazione trasmessa non deve superare i 20 MB: nell’eventuale scansione dei documenti, si consiglia di usare l'opzione bianco/nero, con bassi livelli di risoluzione (suggeriti i 150 dpi), che ne consentano comunque una chiara lettura;
  • non si possono trasmettere più istanze in un unico invio, anche se riferite alla stessa ditta;
  • Tutte le pratiche relative ai Comuni che aderiscono alla gestione associata (Arignano, Andezeno, Baldissero Torinese, Montaldo Torinese, Marentino, Mombello, Moncucco, Moriondo,Pavarolo, Sciolze) al momento possono essere presentate solo via PEC. L'elenco completo è disponibile qui

Costi

Per conoscere i costi relativi ai diritti di istruttoria delle pratiche SUAP, consultare il file sottostante


La ricevuta di versamento dei diritti di istruttoria va inserita tra gli allegati dell'istanza (formato pdf/A).