1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

LAN.PO

 

Il progetto di una nuova ciclovia dal Po alle Langhe

Lan.Po è il progetto di realizzazione di un nuovo collegamento cicloturistico fra il Po e le Langhe,  con partenza da Moncalieri e arrivo ad Alba attraverso le colline chieresi, il Pianalto di Poirino e il Roero.
L’idea è nata nel 2015 da un’intuizione del Comune di Pralormo ed è stata coltivata in questi anni fra i comuni del territorio, con il coinvolgimento di FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta Onlus, la principale associazione cicloturistica italiana.
Nel mese di luglio 2018 la Città di Chieri ha presentato alla Regione una richiesta di inserimento di questa nuova ciclovia nella rete degli itinerari ciclabili di interesse regionale.

In bici da Unesco a Unesco

Una della caratteristiche di questo itinerario è quella di congiungere e attraversare luoghi riconosciuti come degni di tutela da parte di UNESCO. Da un lato, infatti, vi sono il territorio Parco PO e Collina Torinese, che dal 2016 ha ottenuto il riconoscimento di Riserva MAB (Man and Biosphere Reserve) UNESCO, dall’altro ci sono I paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato, che hanno ottenuto l’iscrizione nella Lista del Patrimonio mondiale Unesco nel 2014.
 Il fil rouge tra i due riconoscimenti è quello della coesistenza armoniosa tra uomo e natura: un territorio che costituisce un unicum, contraddistinto da una comunità che pur lavorando e investendo nella continua innovazione, ha dimostrato di essere sensibile, attiva e coinvolta nelle attività di tutela naturalistica e ambientale, sfruttando opportunità e benefici di una convivenza simbiotica.
All’inizio di Lan.PO, inoltre, si trova il Castello di Moncalieri, che fa parte del complesso delle Residenze Sabaude, siti Unesco dal 1997.

Il percorso

Il percorso si snoda attraverso Comuni e luoghi significativi, creando un connubio tra patrimonio culturale, storico, artistico, naturale, paesaggistico ed enogastronomico:

  • Torino, P.zza Vittorio Veneto
  • Moncalieri, Castello Reale (Residenze sabaude UNESCO)
  • Pino Torinese, strada panoramica di Superga nel Parco collina torinese MAB UNESCO, itinerario escursionistico Moncalieri-Superga-Vezzolano-Crea, Infini.To Parco Astronomico
  • Pecetto, ciliegie e collina
  • Chieri, il medioevo, il tessile e il suo museo, il Freisa e vini della collina torinese, grissini rubatà, Casa Martini
  • Cambiano, Munlab Ecomuseo dell'argilla
  • Santena, Complesso cavouriano
  • Villastellone, Borgo Cornalese, museo arte contadina e popolare,  palazzina juvarriana, oasi WWF
  • Riva presso Chieri, Museo del Paesaggio sonoro
  • Poirino, Tinca DOP, asparagi
  • Pralormo, Messer Tulipano e Lago della Spina 
  • Montà, Ecomuseo delle Rocche del Roero
  • Santo Stefano Roero, rocche e vigneti
  • Monteu Roero, rocche e vigneti
  • Canale, vino Arneis, pesche
  • Corneliano, vigneti
  • Alba, vino, tartufo

I comuni coinvolti e gli altri partner del progetto

La proposta coinvolge i Comuni di Moncalieri, Pino Torinese, Pecetto, Cambiano, Chieri, Santena, Villastellone, Riva presso Chieri, Poirino, Pralormo, Montà, Santo Stefano Roero, Monteu Roero, Canale, Corneliano, Alba. Partner e promotori dell’iniziativa sono inoltre il Coordinamento FIAB Nord Ovest, FIAB Torino, FIAB Chieri e FIAB Alba, Ecomuseo del Roero

Gli obiettivi di Lan.Po

Gran parte del territorio piemontese è ricco di punti di interesse storici e culturali e di attraenti scorci paesaggistici, che un mezzo di trasporto lento come la bicicletta permette di apprezzare e perché no, di riscoprire. Manca tuttavia un quadro unitario che colleghi le varie zone e percorsi, facilitandone la fruizione non soltanto per l’escursione fuori porta di una giornata, ma per il turismo di largo respiro, per un vero e proprio viaggio in bicicletta. È appunto questo l’obiettivo del progetto LAN.PO.

Per saperne di più