1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Maltempo 11 agosto 2019 - informazioni utili

 

Danni ai privati

Comunichiamo che al momento non siamo in grado di fornire indicazioni precise in merito alla possibilità di ottenere risarcimenti da parte di chi avesse subito danni causati dal maltempo di domenica 11 agosto 2019.

Maggiori informazioni saranno disponibili dopo che verrà reso noto l'esito delle richieste relative allo stato di emergenza e di calamità avanzate dal Comune e dalla Regione Piemonte. 

Invitiamo pertanto i cittadini a conservare tutta la documentazione relativa ai danni subiti e agli interventi effettuati (fotografie, preventivi di spesa, fatture, etc.).
Eventuali aggiornamenti verranno tempestivamente pubblicati.


Riapertura parchi e giardini pubblici

Il 22 agosto riaprono al pubblico i seguenti parchi:

  • Parco del Pellegrino
  • Parco di piazza Gallina


Il 20 agosto riaprono al pubblico i seguenti parchi:

  • Piazza Europa
  • Area Caselli
  • Via Lazzaretti
  • Via Pavese

I parchi erano stati temporaneamente chiusi a seguito del maltempo di domenica 11 agosto, per eseguire le dovute verifiche, pulizie e dove necessario rimozione di piante cadute o danneggiate.

Esenzione pagamento canone occupazione suolo pubblico per messa in sicurezza immobili

Il Comune di Chieri ha avviato le procedure per esentare dal pagamento del canone di occupazione suolo pubblico coloro che, a seguito dell'evento atmosferico dell'11/8/2019, debbano effettuare lavori di ripristino e messa in sicurezza degli immobili. 

Per usufruire di tale deroga, le richieste di occupazione suolo pubblico dovranno pervenire entro il 30 settembre 2019

Occupazione suolo pubblico 

Chiesto lo stato di emergenza

La città di Chieri nella giornata di domenica 11 agosto è stata colpita da un forte nubifragio, che ha provocato una situazione di emergenza in molte zone della Città: alberi caduti, tetti divelti, strade, abitazioni e attività commerciali allagate, coltivazioni e campi danneggiati, tralicci elettrici e pali dell'illuminazione pubblica abbattuti, impianti semaforici e infrastrutture stradali danneggiate.

Anche il patrimonio storico artistico è stato colpito: sono cadute la ciminiera dell’Imbiancheria del Vajro (una delle sedi del Museo del Tessile) e un pezzo di guglia del campanile della Chiesa di San Domenico.

Numerosi i danni anche agli impianti sportivi, in particolare alla piscina comunale.  Per fortuna nessuna persona è rimasta ferita o coinvolta in qualche crollo.

Il Comune di Chieri nella giornata del 12 agosto ha presentato alla Regione Piemonte la richiesta  di dichiarazione dello stato di emergenza.