Dignidad: quando le disuguaglianze diventano motivo di lotta sociale

una mostra per documentare la protesta cilena del 2019

Nella sala studio Roccati esposizione di 26 pannelli fotografici con cui il giovane fotografo Giulio Marzullo, studente della facoltà di architettura dell'Università di Santiago, documenta quanto accaduto in Cile nel corso del 2019.


Nell'ottobre 2019 il Cile è stato teatro di una serie di manifestazioni e proteste contro il carovita e la corruzione dilagante.
Il 18 ottobre 2019, al fine di arginare le proteste e i saccheggi, per la prima volta dopo la dittatura di Pinochet, è stato indetto uno stato di emergenza con coprifuoco e limitazione delle libertà personali che ha provocato una fortissima reazione popolare.
La mostra vuole spiegare come il popolo cileno non abbia potuto restare impassibile a una nuova perdita dei propri diritti, primo fra tutti, il diritto al dissenso e alla Dignità.


Lo stesso Giulio Marzullo ha dichiarato:
“La mia macchina fotografica diventa uno strumento per documentare e costruire la memoria degli eventi, fissando in un’immagine un racconto scritto nella lingua dei piccoli, ma profondi gesti rivoluzionari”.

 

Quando e dove

Dal 24 Febbraio al 27 Marzo
dal lunedì al venerd' dalle 9 alle 19

Sala Studio Roccati della Biblioteca Civica Nicolò e Paola Francone
via Vittorio Emanuele II, 1


Ingresso Libero

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito