1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Contenuto della pagina

Giovani, come state?

Questionario di ascolto rivolto ai giovani under 35

Come è cambiata la vita ai tempi del Covid19

L’emergenza sanitaria ha rivoluzionato le abitudini di tutti: sono cambiate le relazioni, la socialità, la percezione della casa e del nostro quartiere, le modalità di studiare, lavorare, spostarsi… Quante di queste abitudini straordinarie diventeranno ordinarie?
Come condizionerà la nostra visione del futuro l’esperienza che stiamo vivendo ?

L’Assessorato alle Politiche Giovanili ha lanciato il sondaggio Giovani, come state? 
Interrogando, in particolare, la categoria degli under 35, per analizzare non solo gli effetti dell’epidemia, ma anche l’impatto delle restrizioni e le prospettive future di questa generazione.

 

IL QUESTIONARIO

L'invito a compilare online il questionario, entro il 30 giugno 2020, è stato rivolto, in particolar modo, a tutti coloro che hanno vissuto l'esperienza Covid19 in un’età compresa tra i 15 e i 35 anni, indifferentemente per studenti delle scuole superiori, universitari o lavoratori.

L’indagine, strutturata in sei sezioni, si è concentrata sulle macro-aree:

  • informazionigenerali: per raccogliere alcuni dati demografici e di residenza, di fascia di età
  • percezione e quotidianità:per approfondire come i giovani hanno vissuto e vivono questo momento di emergenza e quali sono le loro principali preoccupazioni/desideri
  • attività:quelle svolte (scuola, lavoro, volontariato ecc.) durante il periodo di lockdown e durante la Fase2
  • le sfidedel futuro a Chieri: individuando quali sfide i giovani ritengono prioritarie per il futuro della città, dal sociale ai servizi, dall’ambiente al clima
  • un’estate speciale:accende i riflettori sui prossimi mesi e sulle possibilità di socialità e fruizione culturale che desiderano vivere/proporre i giovani della città
  • mezzi di comunicazione: riguarda gli strumenti di comunicazione e i canali utilizzati ma anche la possibilità di rimanere in contatto con l’Amministrazione e fornire un proprio contatto

Il questionario si concludeva con l’informativa per il trattamento dei dati.

UN PROGETTO COLLABORATIVO PER I COMUNI ITALIANI

Il Comune di Chieri ha adottato questo strumento collaborativo ideato dal Comune di Reggio Emilia e messo a disposizione secondo i criteri creative commons, operando una revisione funzionale ad adattare il questionario alla dimensione urbana più aderente alla nostra esperienza.
Per sapere di più sul progetto e sulla licenza creative commons:

 

La realizzazione della survey “Giovani, come state?” ha preso inoltre libera ispirazione dal questionario erogato dal Comune di Udine “I giovani al tempo del coronavirus”