1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Rumore

Contenuto della pagina
 

L'inquinamento acustico rappresenta una delle criticità ambientali maggiormente avvertite dalla popolazione e costituisce una rilevante e diffusa causa di disturbo e di conseguente riduzione della qualità della vita.
Per limitare o eliminare gli effetti del fattore inquinante si è reso necessario procedere alla stesura del Piano di zonizzazione acustica così come previsto legislativamente.

Piano di zonizzazione acustica

Previsto dal D.P.C.M. del 1/03/1991 il Piano di zonizzazione acustica è uno strumento di particolare importanza attraverso cui sono stati attribuiti specifici limiti di inquinamento acustico alle diverse porzioni del territorio comunale.

L'iter procedurale che ha portato alla redazione del Piano del Comune di Chieri è stato:

  • l'ex Provincia di Torino, il Comune di Torino e l'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale, hanno stipulato una Convenzione nell'ambito della quale è stato realizzato il progetto DISIA II che si è tradotto, ai sensi della citata Legge 447/95 e L.R. 52/2000, con la redazione della bozze delle classificazioni acustiche in zone del territorio del Comune di Torino e di n. 23 comuni dell'Area Metropolitana, ivi compreso il Comune di Chieri
  • in data 11.06.2001, la ex Provincia di Torino ha provveduto alla consegna ufficiale dei documenti ai comuni facenti parte del progetto DISIA II
  • in data 23.07.2002 con deliberazione del Consiglio Comunale n. 85 il Comune di Chieri ha adottato il Piano di zonizzazione acustica del territorio comunale
 
 

Il Piano è articolato in: